villa san martino

 Villa San Martino è una splendida e antica residenza di campagna situata al centro di una vasta azienda agricola nella zona collinare a pochi chilometri da Bologna. Circondata da un parco di 15.000 metri quadrati è dotata di un ampio parcheggio.

La villa può ospitare eventi, cene di gala, cerimonie private, matrimoni, attività di pubbliche relazioni, convegni, mostre. Inoltre, il supporto dato alla sala principale dai quattro salotti, rende l’ambiente ideale per incontri di lavoro e riunioni aziendali.

GALLERY

 

CENNI STORICI

La bella residenza di San Martino in Casola con la sua loggia e controloggia è esempio tipico di architettura bolognese di villa della seconda metà del cinquecento\inizio seicento. Fu verosimilmente costruita o ristrutturata dai Lucchini, famiglia di ricchi mercanti genovesi stabilitasi a Bologna e travolta sul finire di quel secolo da un grave dissesto economico per la perdita di un galeone ricco di oggetti preziosi.

Alla fine del secolo XVII fu venduta al bolognese Giacomo Dondini, verso il 1840 fu acquistato dalla famiglia Monti Casignoli da cui, per matrimonio, passò ai Triossi, quindi ai Rusconi. Ora è dei conti Sassoli dè Bianchi ed è costituita dalla seicentesca villa padronale con annesso oratorio ed edificio rustico. La caratteristica principale della villa è il forte contrasto tra l’architettura esterna, improntata alla massima semplicità, e la ricchezza veramente sorprendente dell’apparato decorativo interno.

La villa consta di un corpo di fabbrica a pianta pressocchè quadrata percorsa per tutta la profondità da un lungo atrio passante, secondo la consueta disposizione di questo tipo edilizio fino a tutto il XIX secolo.

Il corpo principale è composto da tre volumi adiacenti, di cui quello centrale a torretta aumenta di un piano l’altezza rispetto a quelli contigui a due piani. Nel soffitto di gronda a sguiscio si aprono finestrotti quadrati circoscritti dalle unghiature dello scasso del voltino, che terminano in appoggio su un cornicione a squadro. Le finestre sono semplici forature rettangolari in facciata; una delle porte, prospiciente una terrazza sulla corte, è scorniciata da un seicentesco bugnato piano; la porta gemella, affacciata sul parco, è priva di cornice, per contro si apre su una piccola scalinata arcuata, con gradini formati da ciottolati, cordolati in pietra, secondo una consuetudine costruttiva durata fino al XVIII secolo.

All’interno un fregio pittorico, caratteristica tipica di tante ville e palazzi rinascimentali a Bologna, decora le sale del piano nobile costituendo con le sue raffigurazioni una straordinaria testimonianza della vita in campagna e della costruzione della villa. Ai soffitti si abbinano le pareti affrescate con pregevole ricchezza cromatica, anch’esse di origine seicentesca; sono invece di origine settecentesca le varie vedute paesaggistiche delle pareti laterali, racchiuse da cornici e cartigli dipinti, che si abbinano creando ambienti tanto ricchi di decorazioni, quanto armonici e piacevoli.

Ma sono proprio gli scomparti con le testimonianze dell’epoca che hanno il ruolo preminente: ad essi è riservato l’ambiente più importante della casa, vale a dire la grande loggia passante, ove vengono raffigurati i più svariati modi di cacciare.

Per quanto riguarda il giardino, nella parte retrostante della villa sono ancora presenti gli alti alberi che fecero da piccolo teatro boschereccio, sede di una accademia settecentesca. Troviamo anche, affiancato ad uno dei pilastri d’ingresso alla villa, l’ex chiesetta settecentesca, e, poco distante, il fienile, dove rimangono tracce di una architettura con meridiana.

WEBINAR

Evento live che si svolge online in modo sincrono con lo scopo di creare interazione fra persone in modo social (da non confondere con il webcast che è una videolezione preconfezionata).

Utilizza una piattaforma web (noi abbia scelto Adobe Connect) che permette di connettere più persone in remoto dando loro la possibilità di utilizzare strumenti multimediali nelle aule virtuali, configurate e personalizzate.

PER RICHIEDERE LA PLANIMETRIA

CONTATTACI!

CONTATTI

Via Schiavina, 1 - San Martino in Casola 40050
Monte San Pietro (Bologna)

+39 051 9911977 | +39 335 8082508

Uscita consigliata Casalecchio di Reno sia per chi proviene dal raccordo autostradale o dalla tangenziale.

Seguire le indicazioni per Bazzano - Vignola (asse attrezzato) e uscire a Ponte Ronca di Zola Predosa.

...da Bologna

...da Modena

Powered by ASPPInext